Carattere:
Aspetto : Alto Contrasto
portale web ver.1.2.0
Home Page
Capo IV - Organi del condominio

 Capo IV

 Organi del condominio

Art.12 - Gli organi di amministrazione e di rappresentanza del condo­minio sono:

a)   l'amministrazione; consiglio di amministrazione e amministratore;

b)   l'assemblea dei condomini.

 Art.13 - L'amministratore oltre che ai poteri ed alle attribuzioni di cui agli artt. 1130 e 1131 ha l'obbligo di provvedere:

a)  all'assicurazione del fabbricato contro i rischi di incendio, di fulmi­ni, l'esplosione del gas o altri apparecchi a pressione o a vapore, i danni delle acque, gli accidenti causati dall'elettricità e responsabi­lità civile verso i terzi;

b)  alla compilazione del preventivo delle spese occorrenti durante l'an­no per custodia, nettezza, illuminazione dell'edificio, nonché alla manutenzione ordinaria delle cose comuni ed in generale a quanto è necessario per la conservazione del fabbricato;

c)   alla compilazione delle spese predette.

Art.14 - Per la realizzazione del suo mandato è conferita all'amministratore la facoltà di ispezionare in qualunque tempo i locali di pro­prietà comune, in particolare gli impianti dell'acqua, le condutture di scolo e la rete della fognatura, allo scopo di accertare lo stato degli impianti di proprietà comune e per provvedere ai lavori necessari nel­l'interesse di tutti i condomini.

Art.15 - Ogni condomino è tenuto a fornire all'amministrazione i mezzi necessari per sostenere le spese di ordinaria amministrazione.

Art.16 - Ogni condomino è tenuto a versare all'amministratore le somme che questi richiede in via anticipata, per l'esecuzione dei lavo­ri deliberati dall'assemblea e di quelli urgenti e indifferibili. Gli impor­ti che l'amministratore a tale titolo può richiedere ai condomini non possono in alcun modo superare complessivamente i due terzi dell'im­porto della spesa preventivata.

Art.17 - L'amministratore deve tenere una contabilità dalla quale risultino gli introiti e le spese, nonché la posizione individuale di ogni singolo condomino. Deve, inoltre, tenere raccolti tutti i documenti relativi alla gestione del condominio con speciale riguardo ai libri con­tabili, alla corrispondenza ed ai documenti giustificativi delle spese fatte e del libro dei verbali dell'assemblea.

Art.18 - Al 31 dicembre di ogni anno si chiude la gestione dell'am­ministrazione condominiale e l'amministratore compie il resoconto da sottoporre all'approvazione dell'assemblea entro i 30 giorni suc­cessivi.

 L'amministratore fa, in base alle risultanze del rendiconto approva­to, il riparto delle spese tra i condomini, per ognuno dei quali compila un conto individuale.

Detto conto dovrà essere trasmesso agli interessati entro 15 giorni dall'avvenuta approvazione del rendiconto e il saldo di esso dovrà essere regolato entro 15 giorni dal suo invio.

Sui ritardati pagamenti è dovuta una indennità di mora pari agli inte­ressi legali.

L'amministratore compila annualmente un preventivo delle spese occorrenti, e redige il relativo progetto di ripartizione che sottopone all'esame dell'assemblea.

Art.19 - A titolo di compenso l'amministratore conteggerà a proprio favore un assegno mensile che viene stabilito dall'assemblea e che è ripartito in conformità del successivo art. 31.

 Art.20 - In caso di vendita o comunque di trasferimento a qualsiasi titolo della proprietà gli aventi causa, sono tenuti in solido con il dante causa, a rispondere degli eventuali debiti di quest'ultimo verso l'am­ministrazione del condominio.